Antti   OLLILA
© ©Simo Vilhunen
Ski freeride
Antti OLLILA
Ski Freeride - 27 years

«Ho praticato qualsiasi cosa potessi provare, ma a un certo punto lo sci ha preso il sopravvento»

Antti Ollila è nato nel 1994 in Finlandia, a Rovaniemi, una città a nord del circolo polare artico. Prima di diventare uno sciatore freestyle professionista, Antti ha praticato diversi sport come la corsa campestre, il calcio e l’hockey su ghiaccio. Ci ha detto: “ho praticato qualsiasi cosa potessi provare, ma a un certo punto lo sci ha preso il sopravvento”.

 

Ha scoperto lo sci su una piccola collina situata a 5 minuti da casa sua. “È una collina minuscola, forse di 200 metri di altezza”, ha ricordato. Fin dall'inizio il freestyle è stato il suo obiettivo. La sua unica motivazione era “fare e imparare nuovi tricks. Ho imparato tutto più o meno da solo. Prima dei 12 anni, a volte frequentavo uno sci club una o due volte a settimana per fare una sessione con un allenatore, ma dai 12 anni in poi l’ho praticato da solo o con gli amici. Avere un coach non fa per me”.

Una volta che Antti si è diplomato sulla “collina da sci” vicino a casa sua, ha portato il suo talento sul grande palcoscenico e ha gareggiato in slopestyle e big air a due X games (2014 e 2015) e alle Olimpiadi di Sochi nel 2014. Nel 2016, ha capito che il mondo delle competizioni non faceva per lui: “Lo sci agonistico era diventato un po’ stantio e poco creativo. Non era più interessante per me. Ho gareggiato sempre meno nel corso degli anni e non pratico più lo slopestyle.”

 

Oggi si concentra soprattutto a girare parti di film e si dedica a progetti personali, come, di recente, il suo ruolo nel nuovo film di Faction “Roots”. Girare film permette ad Antti di esprimere il suo stile unico e di fare figure che lo appassionano.

 

Durante i mesi estivi, Antti fa skateboard tutti i giorni. Secondo lui, è “simile allo sci” e prova “le stesse sensazioni”.

Antti Ollila è un nuovo membro del team #Julboathlete e usa la maschera Cyrius. “Sento che faccio davvero parte della famiglia. Ciò di cui ho bisogno è un’attrezzatura che funzioni bene in tutte le condizioni e che mi piaccia esteticamente; ed è proprio ciò che mi offre Julbo. Con maschere REACTIV come la Cyrius, quando scio mi basta una lente, perché si adatta alle condizioni mutevoli di luce. Non avevo mai visto prima un prodotto del genere”.







Un altro atleta Julbo, Samuel Anthamatten, ha incontrato Antti Ollila qualche anno fa a Parigi alla prima proiezione per la Francia di un film di Faction, “The Collective”, un progetto che comprende diversi stili dello sci. Non si vedono molto spesso, ma quando succede, si divertono sempre molto insieme. “Antti è uno sciatore di grande talento ed eleganza”, dice Samuel. “Fa parte della giovane generazione che spinge al massimo. Mi piace molto guardare quello che fa e seguire i suoi feed sui social, perché ha portato il suo stile personale nella scena dello sci”.

 

D’altra parte Antti Ollila ci ha detto che Samuel Anthamatten è uno “sciatore molto impressionante. Il suo approccio è diverso dal mio ed è sempre bello vedere cosa sta facendo”.

- Related news -