Lucy BARTHOLOMEW
© www.jeremy-bernard.com
Trail running
Lucy BARTHOLOMEW
Ultra-Trail - 26 years

LucyBartholomew_Julbo_2018_©www.jeremy-bernard.com

"Utilizza il tuo sorriso per cambiare il mondo."

 

Lucy Bartholomew è un’ultra trailer ultra sorridente! “Quando non va, continua a sorridere.” È la frase più potente che le abbiano mai detto. Un principio che la giovane australiana applica alla lettera, e a meraviglia, per dare il meglio di sé nello sport come nella vita. Così bene, che tutto le sorride!

 

Una prima 100 km a 15 anni!

Il suo primo ultra trail, una 100 chilometri, Lucy l’ha disputato seguendo le orme del padre, nelle Blue Mountains australiane. Aveva soltanto 15 anni! Sul traguardo, raggiunto dopo 12 ore e 36 minuti, si è sentita forte e piena di gioia. Prima, detestava la corsa a piedi. Questa prima esperienza le ha cambiato la vita. La ex giocatrice di netball – sport derivato dalla pallacanestro – si è messa a sognare un destino alla Emelie Forsberg. La svedese è una delle migliori trail runner del mondo... e quando corre, sorride sempre!

 

Nominata campionessa del mondo junior di skyrunning – corsa a piedi a un’altitudine superiore a 2000 metri – nel 2014, a Chamonix, Lucy Bartholomew ha collezionato vittorie in tutto il mondo: in Australia, dove vive e dove ha vinto la sua prima 100 chilometri a 21 anni, nel deserto del Gobi in Mongolia, in Italia, negli Stati Uniti, in Sudafrica... Rapida sui terreni di montagna o sterrati, l’atleta Julbo si è messa in luce in Francia nel 2017, terminando seconda dopo gli 80 chilometri della mitica maratona del Monte Bianco e quinta della durissima TDS® (120 km).

Un’energia contagiosa

Sul traguardo, Lucy ha spesso le braccia alzate verso il cielo. Ma per lei, vincere va molto al di là di questo. Significa essere capaci di uscire dalla propria zona di conforto e spingere oltre i propri limiti, per venirne fuori più grande. Passare dall'ombra alla luce, per imparare a conoscersi meglio, ad apprezzare le proprie capacità. Correre, significa credere in se stessi.

 

Sulla linea di partenza, consapevole della durezza dello sforzo che la aspetta, non esita a condividere le sue onde positive, abbracciando uno a uno i concorrenti che ha intorno, facendo al tempo stesso il pieno di energia. Perché se Lucinda – il suo vero nome – si è innamorata dell’ultra distanza, è più per l’atmosfera che regna intorno alle corse e la sincerità dei rapporti umani, che per l'immensa sfida fisica e mentale che impone la disciplina.

 

Mens sana in corpore sano

Quando non corre, la bionda e affascinante Lucy Bartholomew cucina, pratica lo yoga e ascolta il proprio corpo. Uno strumento di lavoro di cui si prende cura, nutrendolo esclusivamente a base di piante, convinta delle loro virtù per il recupero fisico. Un corpo che questa appassionata di outdoor e di avventura allena al ritmo dei suoi desideri, in sintonia con se stessa e con la natura. Leggera come una piuma e libera come l’aria, Lucy va dove la porta il vento. Con un enorme sorriso.

 

LucyBartholomex_Red_©maximemoulin

- Related news -